Come preparare i files di stampa


file,stampa

Una piccola guida utile per velocizzare e facilitare la stampa digitale da file forniti dai nostri clienti.

Non dimenticate la regola numero 1: se avete un dubbio chiamateci allo 0775.1860830  oppure contattateci cliccando qui.

FORMATO FILE

I formati file di stampa accettati da Arkengraf per produrre stampe digitali sono:  PDF, Tiff e JPG.

Vediamo nel dettaglio:

Il formato PDF

pdf

Il formato PDF è nato proprio per permettere la portabilità dei file tra i vari utenti (Portable Document Format).
Se salvato nella maniera corretta, il file in formato pdf verrà stampato senza alcun problema.

Bisogna però ricordare che i file PDF devono essere generati come PDF DI STAMPA ALTA QUALITÀ.

IMPORTANTE, nei files PDF:

  • Tutte le scritte devono essere convertite in tracciati/vettori;
  • La risoluzione del file deve essere almeno a 100 DPI  in scala 1 a 1;
  • I margini di taglio devono essere “al vivo”: cioè il taglio avviene sui margini dell’immagine senza ulteririori abbondanze o crocini di taglio;
  • Non sono accettati file PDF con pagine affiancate;
  • I livelli non sono ammessi;
  • Commenti e campi Form non sono consentiti;
  • Sistemi di cifratura (es.password) non sono consentiti;


Il formato di immagine JPG o TIFF

jpgtiff

Per quello che concerne i file classici di stampa, e cioè JPG e TIFF, bisogna ricordare di mantenere la grafica d una distanza minima dal bordo di taglio di 10 mm. per evitare problemi in fase di rifilo, in modo particolare i testi.
IMPORTANTE, i files JPG e TIFF:

  • Non devono contenere livelli, ma devono essere ridotti ad un unico livello di sfondo;
  • Non devono contenere canali alfa;
  • Non devono contenere Tracciati di Ritaglio;
  • I file devono già essere nella misura corretta (base x altezza);
  • I file JPG possono utilizzare il formato Standard JPG (Salvare con Qualità Massima e Linea di base Standard)
  • I file TIFF possono essere salvati con compressione LZW;

RISOLUZIONE DEI FILES

La risoluzione standard con cui stampa Arkengraf varia da 100 ai 150 dpi in scala 1a1: una risoluzione maggiore può intasare i programmi di stampa, una risoluzione minore può incidere sulla buona riuscita della stampa (effetto pixel).
Per prodotti di grandi dimensioni è consigliabile inviare file in proporzione scala 1:10 con risoluzione a 400 DPI/500 DPI.
Non ricampionate le immagini a risoluzioni maggiori: se, ad esempio, avete un’immagine in scala 1a1 ad una risoluzione di 30 dpi, non ricampionatela aumentandone i DPI artificiosamente. Questa tecnica non fa miracoli: un’immagine di partenza a bassa risoluzione rimane un’immagine a bassa risoluzione.

 COLORE

Arkengraf consiglia di utilizzare il profilo colore CMYK, 8 bit.

Se utilizzate come programma Photoshop©, assicuratevi di generare da subito il file in CMYK o se invece fate la conversione da RGB a CMYK, ricontrollate e correggete i valori del nero soprattutto nei testi.

ACCORGIMENTI

CONVERTITE I TESTI IN CURVE

Per garantirvi che le font utilizzate nel file non vengano modificate qualora lo trasferiate su un altro computer  è consigliabile convertire tutte le font in curve. In questo modo diverranno un segno grafico e non ci saranno problemi. Tale comando nei programmi Illustrator© e Indesign© è presente nel menu “Testo” sotto la voce “Crea contorno”; in Corel Draw© è presente nelle opzioni per il salvataggio del vostro file in formato PDF.

NERO DI QUADRICROMIA.

Per ottenere un nero profondo, aggiungete anche gli altri colori di quadricromia: 30% Ciano + 30% Magenta + 30 Giallo + 100% Nero.